In questi ultimi anni la valutazione che effettua l’istituto di credito ai fini dell’erogazione di un finanziamento si basa anche sulla propensione nel tempo, da parte del richiedente, a pagare costantemente e puntualmente i propri debiti bancari. Se questo non dovesse avvenire ciò non dovesse avviene, ciò comporta l’immediata inadempienza nei confronti dell’Istituto finanziatore con la conseguenza di effetti negativi verso il soggetto debitore quali maggiorazione degli interessi (si aggiungono gli interessi di mora) ed inserimento nella lista dei pagatori ritardatari e/o segnalato agli enti di tutela del credito. Il risultato della segnalazione sarà una maggiore difficoltà nell’ ottenere credito in futuro. Cos’è la Centrale Rischi? Essa è una banca dati nelle quale sono archiviate tutte le informazioni inerenti i rapporti di credito richiesti dagli istituti aderenti -banche, finanziarie, assicurazioni, ecc. – per permettere una valutazione reale sulla rischiosità del soggetto. Cosa è la CRIF ? Crif è un’azienda che si è specializzata nello sviluppo e gestione della Centrale Rischi (SIC). Crif gestisce la più grande banca dati (solo di natura bancaria) di centrali rischi conosciuta come EURISC che è collegata in via telematica a oltre seicento banche e finanziarie, il tutto per controllare l’affidabilità creditizia del richiedente. In questo archivio, quindi, vengono anche tenute informazioni relative a ritardi o mancati pagamenti delle rate di finanziamento segnalando quelli che sono i cattivi pagatori . In Crif confluiscono qualsiasi tipologia di dati? Crif raccoglie solo informazioni di natura bancaria quindi non contiene informazioni su cambiali o assegni protestati né informazioni da Tribunali e Uffici di Pubblicità Immobiliare (ex Conservatorie). Ma essere censito in EURISC è una negatività? Assolutamente NO. Essa non è una banca dati negativa; censiti in Crif non significa essere dei cattivi pagatori. In tale banca dati confluiscono tutti i soggetti che hanno rapporti con istituti di credito, quindi, anche tutti coloro che pagano regolarmente le rate. Anzi, essere censito come soggetto regolare nei pagamenti può solo essere un ottimo “biglietto da visita” in sede di richiesta di un nuovo finanziamento. Molte volte capita però, specie quando si vuole chiedere un nuovo finanziamento, che in sede di istruttoria la richiesta venga rifiutata a seguito di una segnalazione negativa in crif. Tale rifiuto della nuova finanziaria suscita sgomento da parte del consumatore specie se lo stesso ha estinto tutte le rate del vecchio finanziamento.

 Come si cancella una negatività in CRIF ? La cancellazione del ritardo di un pagamento o del finanziamento insoluto viene effettuata automaticamente da CRIF ( dopo un anno o due quando, in quest’ultimo caso, il ritardo di pagamento ha riguardato più di due rate o si è prolungato per più di due mesi) senza quindi che il cittadino debba inoltrare alcuna richiesta. I finanziamenti con ritardi di pagamento non sanati vengono invece cancellati automaticamente da CRIF decorsi 36 mesi dalla data di estinzione del finanziamento (in questo caso vengono cancellati tutti i dati del finanziamento). Prima di richiedere la cancellazione dei dati sul SIC di CRIF è meglio interpellare il CRIF, tramite il loro sito internet oppure per via telefonica, ed ottenere una situazione della posizione per poi recarsi presso l’istituto che ha erogato il finanziamento e chiedere una liberatoria. Le liberatorie vanno poi comunicate al CRIF per via raccomandata con ricevuta di ritorno ed attendere che vi sia la cancellazione del nominativo dalle liste (di solito avviene entro 30 giorni dal ricevimento della raccomandata). Ovviamente la richiesta di cancellazione potrà essere accolta solo per quei finanziamenti con rimborsi regolari.

L’Associazione No Profit Isola Felice, ormai da anni impegnata nella Tutela dei Consumatori mette a disposizione i suoi Esperti dello Sportello Primo Ascolto (commercialisti ed avvocati) che si occuperanno  di seguire la pratica fino all’ottenimento della cancellazione della ingiusta negatività in CRIF !!

  per info sull’avvio della pratica contattaci a +39 0916622037 oppure info@aiutiamociavicenda.it