marzo 20, 2014- Dott Giorgio Albanese

L’Abi, la Cassa depositi e prestiti e il ministero dello Sviluppo economico hanno firmato la Convenzione che dà attuazione alla cosiddetta “nuova Sabatini” prevista dal decreto del Fare. La normativa si rivolge alle micro, piccole e medie imprese di tutti i settori produttivi che realizzano investimenti in macchinari, impianti, beni strumentali e attrezzature, hardware, software e tecnologie digitali.

 

IMPRESE AMMESSE

Possono accedere al Bando tutte le micro, piccole e medie imprese di tutti i settori produttivi:

– con sede operativa in Italia;

– iscritte nel Registro delle imprese ed essere in regola con le normative;

– che realizzano investimenti in macchinari, impianti, beni strumentali e attrezzature, hardware, software e tecnologie digitali.

 

Sono peraltro esclusi gli investimenti finalizzati all’esercizio delle seguenti attività :

– industria estrattiva;

– siderurgia;

– finanza ed assicurazioni

– produzione di produzione di prodotti imitativi di latte o altri derivati

– costruzioni navali.

 

TIPOLOGIA DEGLI INVESTIMENTI

Le spese possono riguardare anche sistemi di macchine, le parti complementari,gli accessori, i macchinari e le attrezzature fisse o semoventi, per manipolare,trasportare e sollevare materiali (gru, carri ponte, carrelli, nastri trasportatori ecc.),gli impianti completi per cucina e gli impianti di condizionamento d’aria per case di cura, alberghi, ristoranti, bar, ecc.

Le macchine devono essere di nuova fabbricazione, funzionalmente collegate, in termini di utilizzo proprio, all’attività economica svolta dal soggetto beneficiario ed inserite nella struttura logistica dell’unità produttiva situata nel territorio provinciale.

Sono esclusi veicoli, natanti e velivoli iscritti ai Pubblici Registri.

 

NATURA DEL FINANZIAMENTO

Finanziamenti concessi alle PMI dal Ministero dello Sviluppo Economico consistono in un contributo a copertura parziale degli interessi sui finanziamenti bancari per gli investimenti realizzati calcolati su un piano di ammortamento convenzionale con rate semestrali, al tasso del

2,75% annuo per cinque anni

 

REALIZZAZIONE DELL’INVESTIMENTO

Le macchine utensili o di produzione non devono risultare fatturate anteriormente alla data di stipula del contratto di acquisto o di locazione e comunque non antecedentemente alla domanda di agevolazione.

 

OPERATIVITA’

Le domande di finanziamento e di contributo potranno essere presentate alle banche o intermediari finanziari dal 31 marzo 2014, utilizzando i moduli che saranno resi disponibili sul sito del MiSE a partire dal 10 marzo 2014.